Stefano Benini (“Sagius)”


e il gruppo storico “Teuta Boico-Lingones Arcieri di Yr”


Stefano Benini detto “Benny”, Ferrarese classe 1960, arciere dal 1977.

Fin da bambino coltiva l'interesse per l'arcieria e da subito si fa notare per l'innata capacitΰ di realizzare stupendi Archi in legno. Una passione che sarΰ ampiamente ripagata negli anni dai vari riconoscimenti e le soddisfazioni editoriali internazionali.

Oggi costruisce Archi storici filologici nelle varie essenze di legno, con predilezione per il Tasso.

Scrive per la rivista nazionale “Arco” dal 1989, anno in cui fondava la prima sezione italiana della Society of Archer-Antiquaries, la prestigiosa associazione parauniversitaria britannica. Ha scritto articoli specifici per riviste britanniche e statunitensi.

Nel 1999 ha tradotto e dato alle stampe per Greentime di Bologna, il trattato arcieristico del 1545 “Toxophilus”, un'autentica pietra miliare che nell'inconfondibile stile Elisabettiano, sa riportarci a tempi in cui il longbow (o comunemente arco lungo) era ancora utilizzato come strumento in grado di cambiare le sorti di una battaglia. Un libro altamente istruttivo che ogni arciere dovrebbe possedere nella propria biblioteca...

Ha collaborato come ricostruttore di archi e frecce nelle attivitΰ di archeologia sperimentale con i seguenti enti:

  • Museo dei grandi Fiumi, di Rovigo

  • Soprintendenza ai beni Archeologici Provincia di Trento

  • Museo del Buon Consiglio di Trento, con Oscar Manuel Gonzalez

  • Gruppo Arcieri Storici del Comune di Cividale del Friuli

Si occupa di ricerca e rievocazione storica come responsabile e coordinatore del gruppo storico teuta “Boico Lingones - Arcieri di YR" di Bologna.     Ha condotto e coordinato gli arcieri nelle rievocazioni di battaglie “contro” gli amici romani della Legio I Italica di Villa Dose (Rovigo).

Istruttore federale nazionale FIARC dal 1990.

Praticante di Kyudo, il tiro con l’arco giapponese, dal 1995.

Nel 2005 e 2006 ha collaborato alle edizioni del Bundan Celtic Festival organizzate dai Teuta Lingones, con Davide Lodi e gli Arcieri di YR, curandone in particolar modo gli effetti scenografici delle frecce fischianti nel 2005 e il lancio di frecce infuocate verso il Po nel 2006, nonchι la battaglia contro le legioni romane del 2007.

Volete provare il brivido, la scarica di adrenalina e la vigile attenzione che solo il campo di battaglia puς darvi?

Volete sentire le cornamuse e i tamburi di guerra suonare, mentre la terra trema al passo delle legioni che avanzano? 

Volete oscurare il cielo con una pioggia di frecce come alle Termopili?

Arruolatevi nel Teuta Boico-Lingones, inviando una e-mail o chiamando  il  numero 338-1658861.

Ovviamente le nostre rievocazioni seguono i criteri di sicurezza in uso in tutta Europa utilizzando nelle battaglie solamente frecce inoffensive con punta blunt in gomma o sughero e repliche di armi smussate.     

 

 

Quando θ sul campo di battaglia il mite Benny diventa il nostro

Sagius Rix

 


 

... e alcuni del gruppo di rievocazione storica

Teuta Boico LIngones Arcieri di YR